I vantaggi della Virtualizzazione

Pubblicato mercoledì 28 ottobre 2015 in Virtualizzazione

La virtualizzazione comporta diversi benefici, sia in piccole che in grandi aziende, che si traducono in un risparmio nella realizzazione e gestione del data center.

Kernet dal 2007 promuove l’attività di migrazione da soluzioni fisiche a soluzioni virtuali tramite l’adozione di prodotti differenti, sia per fascia di prezzo che per funzionalità.

In partnership con VMWARE siamo Solution provider – Professional Level.

VMW_09Q4_LGO_PARTNER_SOLUTION_PROVIDER_PRO

Chiamaci per un’analisi gratuita della tua struttura informatica.

 

Benefici in breve

  • Riduzione dei Costi Hardware
  • Riduzione dello spazio occupato dai server
  • Consolidamento dei Server con le relative applicazioni
  • Riduzione dei tempi di downtime (fermo macchina)
  • Incremento dell’utilizzo degli investimenti hardware
  • Semplificazione del management dei server, del mantenimento e del deployment

 

Se vuoi approfondire

  • La virtualizzazione è in grado di utilizzare al meglio le risorse hardware. L’hardware attuale è particolarmente performante e spesso offre caratteristiche superiori a quanto richiesto dall’applicativo che viene eseguito. Basta pensare a macchine multi socket e multi core: ci si ritrova con elaboratori con 8 o più CPU. Usi tradizionali vedono un impiego di CPU limitato (10-15%). La virtualizzazione consente un più efficace utilizzo delle risorse hardware.
  • Risparmio energetico (green IT). Un server funziona 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno (8760 ore). Con un consumo medio di 500 W sono 4380 KWh. Il condizionamento, che deve eliminare una energia paragonabile a quella consumata dal server, può pesare per circa 6000KWh. Si può pensare a circa 12000 KWh, considerando vari consumi aggiuntivi. Se il costo dell’energia è 0,15 euro/KWh il risparmio è di 1800 Euro/anno per server (il valore è certamente sottostimato). A questo va aggiunto il consumo energetico di apparati accessori come gli UPS, monitors, ecc.. Un sistema virtualizzato vede più server funzionare su un unico hardware, da qui una migliore efficienza energetica: non solo un risparmio in denaro, ma anche il rispetto per l’ambiente.
  • Indipendenza dall’hardware. La macchina virtualizzata vede dispositivi virtuali: schede di rete, schede video, cpu, ecc, che sono svincolate dal particolare hardware e definite dal software di hypervisor. Muovere una macchina virtuale da un hardware ad un altro (implementazione di nuovo hardware o migrazione macchine per l’alta affidabilità o altro) non pone problemi di driver o compatibilità.
  • Separazione dei servizi. Ogni macchina virtuale ha un suo ambiente in uso esclusivo. E’ semplice separare i vari servizi su più macchine virtuali (anziché più servizi su una sola macchina), riducendo i fermi di manutenzione ed evitando che problemi di un servizio influenzino gli altri.
  • Riduzione dei costi capitali. L’hardware e relativi contratti di manutenzioni sono ridotti, così pure gli spazi richiesti negli armadi e nella sala macchine, riducendo l’investimento.
  • Riduzione dei costi per implementare nuovi server e amministrazione. Attivare un nuovo server è molto semplice. Non occorre nuovo hardware e le macchine virtuali possono essere clonate in modo semplice e veloce. L’amministrazione delle macchine virtuali risulta semplificata.